Contattaci | Cinese

Più speranze, più possibilità, e più vita.

* E s.p. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

notizia

5 Cose che ora sappiamo sul cancro alla prostata

Tempo: 2018-11-12

Considera la prostata.
Siamo onesti, Uomini—che probabilmente non è qualcosa che si fa molto. E chi può biasimarti? La ghiandola delle dimensioni di una noce è sepolta sotto la vescica, dove tende a non ottenere molta attenzione.
fino a, Cioè, c'è un problema con esso.
Infatti, il cancro alla prostata è il cancro più comune negli uomini. The American Cancer Society (Acs) stime ci sarà circa 164,690 nuovi casi di esso quest'anno, e quasi 30,000 morti da esso.
Eppure c'è ancora molto dibattito sui modi migliori per migliorare e curare la malattia, ed è per questo che, per il mese della salute degli uomini, abbiamo sfruttato i migliori esperti per decodificare le ultime riflessioni sulla prevenzione, rilevare e curare il cancro alla prostata.

1.

Lo screening del cancro alla prostata non è necessario per tutti.

L'attuale test standard per lo schermo per il cancro alla prostata è un esame del sangue che misura l'antigene specifico della prostata (Psa), una proteina fatta dalla prostata. Elevati livelli proteici potrebbero essere un segno che o si ha una prostata allargata, o si potrebbe avere il cancro alla prostata.
Fino a circa dieci anni fa, la maggior parte dei medici di cura primaria e urologi regolarmente schermato tutti gli uomini di età superiore 50 utilizzando il test PSA, ma da allora il pensiero è cambiato. La Task Force dei servizi preventivi degli Stati Uniti (Uspstf), Per esempio, uscì con linee guida l'anno scorso raccomandando che gli uomini invecchia 55 a 69 decidere individualmente con i propri medici se e quando sottoporsi ai test PSA.
"Ci sono limitazioni allo screening PSA, tra cui un alto tasso di falsi positivi che può portare a biopsie non necessarie che possono comportare rischi come sanguinamento e persino infezione,” spiega Matthew Raymond Smith, M.d., Dottorato., direttore del Genitourinary Malignancies Program presso il Massachusetts General Hospital di Boston.
Infatti, solo circa 25% degli uomini con alti PSA hanno il cancro alla prostata. Il resto potrebbe avere livelli elevati per ragioni che vanno da una prostata allargata, che non è necessariamente un segno di cancro; recente attività sessuale; o anche un lungo giro in bicicletta.
E mentre è vero che gli screening annuali del PSA raccolgono più tumori rispetto agli uomini che non vengono proiettati, ricerca suggerisce anche questo non abbassa significativamente il tasso di mortalità da cancro alla prostata.
"Dal momento che la crescita del cancro alla prostata è guidata dal testosterone, uomini che vivono abbastanza a lungo sarà probabilmente alla fine sviluppare il cancro alla prostata,” spiega Margaret Yu, M.d., Vice Presidente dello sviluppo clinico nel cancro alla prostata, Ricerca Janssen & Sviluppo, Llc, una delle Janssen Pharmaceutical Companies di Johnson & Johnson. "La serie di autoptici di uomini di 80 o 90 anni che sono morti si trova spesso ad avere un cancro alla prostata non diagnosticato.”
Traduzione: Avere il cancro alla prostata non significa necessariamente che morirai per questo.
Di conseguenza, l'ACS ora consiglia di discutere lo screening psa con il medico all'età 50, all'età 45 se si è ad alto rischio, che include afro-americani (questa popolazione ha maggiori probabilità di ottenere la malattia) e gli uomini con un parente di primo grado a cui è stato diagnosticato un cancro alla prostata prima dell'età 65, o all'età 40 se si dispone di più di un parente di primo grado a cui è stata diagnosticata la malattia in tenera età.

2.

Alcuni uomini con cancro alla prostata potrebbero non aver bisogno di un trattamento immediato.

Se ti viene diagnosticata una diagnosi precoce, cancro alla prostata a basso rischio, esperti ora credono che non potrebbe essere necessario fare nulla al riguardo in un primo momento.
"A volte i tumori sono così piccoli, e crescere così lentamente, che è ragionevole monitorarli da vicino, che è un processo noto come sorveglianza attiva,” Dottor. Smith ha detto.
Un punto di riferimento 2016 studio che seguì 1,643 uomini con cancro alla prostata a basso rischio hanno scoperto che se hanno optato per la chirurgia, radioterapia o sorveglianza attiva, i loro tassi di sopravvivenza erano all'in circa lo stesso: Ogni gruppo aveva un tasso di mortalità correlato al cancro alla prostata di circa 1%.
Nota, anche se, che se si opta per la sorveglianza attiva, dovrai ancora essere monitorato con biopsie periodiche, esami della prostata e esami del sangue PSA ogni sei per 12 mesi, Dottor. Smith ha detto. Se il cancro deve mostrare segni di progressione, dovrai iniziare il trattamento attivo.

3.

Ci sono cose che puoi fare per ridurre il rischio di sviluppare il cancro alla prostata.

Mentre non c'è modo di a prova di cancro completamente il tuo corpo, l'adozione di queste abitudini di vita può aiutare a ridurre le possibilità di svilupparlo:

Mangia una dieta in stile mediterraneo. Pensa a cibi a base vegetale come la frutta, Verdure, cereali integrali, legumi e noci, e grassi salutari per il cuore come olio d'oliva e pesce grasso. Secondo uno studio pubblicato all'inizio di quest'anno su The Journal of Urology, gli uomini che aderiscono a tale dieta hanno meno rischio di sviluppare un cancro aggressivo alla prostata rispetto a coloro che mangiano un (ciao hamburger e patatine fritte!) Dieta.

Mantieni un peso sano.La ricerca mostra che essere sovrappeso o obesi aumenta il rischio di cancro avanzato alla prostata, secondo un recente rapporto pubblicato dal World Cancer Research Fund. Uno studio presentato lo scorso gennaio alla Conferenza speciale dell'American Association for Cancer Research ha anche scoperto che gli uomini che hanno avuto il cancro alla prostata in passato hanno maggiori possibilità di recidiva se sono obesi.

Esercizio. Gli uomini che rompono regolarmente un sudore hanno un rischio leggermente inferiore di sviluppare il cancro alla prostata, secondo l'ACS.

Non cadere per l'hype non comprovato.
 Si può avere sentito che l'assunzione di integratori, come vitamina E o selenio, può ridurre il rischio di sviluppare il cancro alla prostata, ma non c'è ricerca a sostegno di questo. Infatti, uno studio pubblicato sul Journal of the American Medical Association ha scoperto che popping integratori di vitamina E potrebbero effettivamente aumentare il rischio di cancro alla prostata.

4.

Il cancro alla prostata può essere emotivamente devastante.

Essere diagnosticati con qualsiasi tipo di cancro può essere travolgente, ma gli uomini con cancro alla prostata possono essere particolarmente vulnerabili al disagio mentale.
"Gli uomini tendono ad interiorizzare le loro emozioni, e quindi spesso non abbiamo gli strumenti per gestire gli stressanti,” dice Sumit Subudhi, M.d., Dottorato., uno specialista del cancro alla prostata presso MD Anderson Cancer Center a Houston. "Questo è particolarmente vero con il cancro alla prostata, che influisce su funzioni come la minzione e le erezioni—soggetti la maggior parte degli uomini non sono a proprio agio a parlare in generale.”
Inoltre, uomini che subiscono la terapia ormonale—durante il quale sono privati del testosterone che può alimentare il loro cancro—hanno tassi di depressione più elevati rispetto agli uomini che ricevono altre forme di trattamento, secondo un 2016 studio pubblicato sul Journal of Clinical Oncology. "Il testosterone aiuta ad aumentare l'umore e il benessere emotivo generale,” spiega il Dott.. Subudhi.
Conclusione: Non aver paura o vergognati di ammettere qualsiasi effetto emotivo del cancro alla prostata, e aiutarli a evitare attraverso tattiche di cura di sé, come un buon sonno, esercizio fisico frequente e persino terapia.
I gruppi di supporto possono anche essere di grande aiuto. Visita CancerCare.org trovare un gruppo online per i pazienti con cancro alla prostata, e Cancer.com individuare gruppi di advocacy vicino a voi che si può partecipare di persona.

5.

La chirurgia e le radiazioni non sono le uniche forme di trattamento oggi.

I trattamenti di prima linea per il cancro alla prostata sono solitamente chirurgia e radiazioni. Ma quando queste opzioni non funzionano, i farmaci possono essere somministrati dal medico.

Ad esempio,, ci sono farmaci sviluppati più di recente che possono essere utilizzati per trattare il cancro alla prostata resistente alla castrazione metastatica—Cioè, cancro che si è diffuso mentre il Convenzionale terapia ormonale. Possono essere utilizzati anche in uomini che sono già stati sottoposti a chemioterapia, così come i pazienti con cancro alla prostata sensibile alla castrazione (Cspc), o cancro alla prostata che risponde ancora alla terapia ormonale convenzionale.

C'è anche un cancro alla prostata non metastatico resistente alla castrazione (NM-CRPC), una forma di cancro alla prostata in cui le cellule maligne continuano a prosperare—e il PSA continua ad aumentare nonostante la terapia ormonale convenzionale—ma il cancro non si è ancora diffuso in altre parti del corpo.

"I pazienti con NM-CRPC i cui livelli di PSA vanno sempre più in alto alla fine sviluppano malattie metastatiche,” Dottor. Yu spiega.

Ecco perché la ricerca per il cancro alla prostata è così importante, aggiunge dr. Yu, perché la maggioranza pazienti con NM-CRPC alla fine svilupperanno metastasi ossee, a quel punto la loro prognosi peggiora drammaticamente. "Tutto quello che possiamo fare per rallentare le metastasi," lei dice, "è incredibilmente importante sia per i pazienti che per le loro famiglie."